“Se non urli, non c’è violenza” ci dice la sentenza di assoluzione di Torino. Ma esiste una spiegazione scientifica che dimostra che quella passività davanti a uno stupro è tutt’altro che accondiscendenza. Divulgarla può cambiare il sistema della giustizia. La racconto in questo pezzo per la 27esimaora del Corriere della Sera in cui ho intervistato la psichiatra Ilaria Vannucci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...